Banner
Mercoledi 31 agosto 2016

ecoera

Banner
  • Home
  • ecoNews
  • News dalle Aziende
  • Associazioni e consorzi
  • Eventi
  • Approfondimenti
  • Rivista
  • Libri
  • Pubblicità
  • Contatti

ECONEWS

Petrolio Genova: la Capitaneria revoca lo stato di emergenza. L'attenzione ora si sposta dal mare ai torrenti

inq

La Capitaneria di porto ha revocato lo stato di emergenza locale disposto subito dopo lo sversamento di petrolio dato dalla rottura della pipeline gestita dalla Iplom. L'incidente era avvenuto una settimana fa.

Riciclo, i più attivi sono gli anziani. Il 60% dei giovani è convinto che il vetro sia “usa e getta”.

rrr

Gli europei sono sempre più consapevoli dell’importanza di riciclare gli imballaggi di cibi e bevande. Ma forse contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, le generazioni più responsabili non sono le nuove. Gli anziani risultano più informati e più impegnati sul fronte del riciclo dei giovani. Un gap generazionale che interessa almeno 11 paesi europei. Prima di tutto la Spagna, dove c’è una differenza di consapevolezza del 27%, poi in Slovacchia dove si scende al 20%. Sono alcuni dei dati emersi da un sondaggio Omnibus in Europa commissionato da Friend of Glass.

Sversamento greggio a Genova: arriva pallone rilevamenti inquinamento

pallone

E' in corso il trasferimento a Genova, dove verrà posizionato in corrispondenza della foce del torrente Polcevera, il pallone aerostatico in dotazione alla flotta nazionale gestita dalla società Castalia, che opera per conto del ministero dell'Ambiente per il servizio anti-inquinamento. Dotato di apparecchiature di alta tecnologia per il monitoraggio anche notturno dell'area portuale e marittima, è in grado di rilevare in tempo reale le macchie di greggio derivanti dagli sversamenti. Il posizionamento in porto del pallone aerostatico verrà effettuato nella mattinata di domani sotto il coordinamento della competente Capitaneria di Porto e con il supporto del Reparto Ambientale Marino. Lo si legge in una nota del ministero dell'Ambiente.

(fonte: Ansa)

Caffaro, quasi 6 milioni entro l'estate per falda e bonifiche

image

Un milione e 700 mila euro messi subito a disposizione dal ministero dell'Ambiente per avviare la progettazione dell'intervento di messa in sicurezza della falda sotto il sito industriale Caffaro, più 4 milioni entro l'estate per la bonifica dell'area del parco di via Passo Gavia e del Campo Calvesi, non appena il Commissario integrerà gli elaborati necessari per l'approvazione in Conferenza dei Servizi, che si aggiungano ai fondi già nelle sue disponibilità.

Il 28 aprile ricorre la Giornata Mondiale delle vittime dell'Amianto

ucm_139814

Il 28 aprile è la Giornata Mondiale Vittime Amianto, introdotta per ricordare gli effetti dell'amianto in tutto il mondo, i milioni di vittime a causa dell'utilizzo che ne è stato fatto da più di un secolo. Lo ricorda in un comunicato Anna Maria Virgili, presidente del Comitato Esposti Amianto Lazio dove denuncia "una strage compiuta a danno di una moltitudine di lavoratori considerati merce per garantire il profitto di pochi. E ancora continuano a morire coloro che sono stati esposti in passato (5000 decessi all'anno) perché le malattie asbesto-correlate hanno periodi di latenza assai lunghi".

Dipendenza da combustibili fossili può finire in 10 anni

comb_foss

La dipendenza mondiale dai combustibili fossili per creare energia potrebbe cessare nel giro di appena un decennio. Ne è convinto il professor Benjamin Sovacool, direttore del think tank Sussex Energy Group dell'università inglese del Sussex, secondo cui la nuova rivoluzione energetica può avvenire in una frazione del tempo che è stato necessario alle rivoluzioni precedenti.

Cnr, con 3 miliardi di abitanti nelle città l'emergenza rifiuti è planetaria

rif

La produzione è saita a 1,2 kg/abitante al giorno, quasi il doppio 10 anni fa.
Continua inarrestabile fino a diventare un'emergenza planetaria, la crescita dei rifiuti solidi urbani (Rsu) prodotti nelle città dove ormai vivono tre miliardi di persone che producono 1,2 kg pro-capite di spazzatura al giorno (0,64 kg dieci anni fa).

La tecnologia italiana che trasforma in acqua pura i liquami radioattivi

wowacqua

Il primo appalto negli Stati Uniti per la scoperta dell’ingegner Marin sui rifiuti più pericolosi. La prossima sfida è la depurazione di acidi forti.
La più rivoluzionaria tecnica sulla decontaminazione nucleare (e non solo), che apre prospettive enormi per un pianeta più pulito, è arrivata a una svolta importante. Sette anni dopo la casuale scoperta di un principio fisico di fluidodinamica (segretissimo) che permette di trasformare in acqua pura liquami radioattivi, senza filtri e con una bassa produzione di scorie, l’ingegnere padovano Adriano Marin con la sua Wow Tecnology spa ha vinto un bando internazionale del Department of Energy degli Stati Uniti con un progetto per la decontaminazione di liquidi radioattivi stoccati al Savannah River National Laboratory, nella Carolina del Sud.

Erosione coste, Velo: "Firmato protocollo tra Ministero e Regioni, al via tavolo nazionale per il contrasto erosione"

erosione

Difesa delle coste, tutela dell’economia costiera e consolidamento dei rapporti inter-istituzionali: sono questi gli obiettivi del percorso che il Ministero dell’Ambiente ha intrapreso da oltre un anno per fronteggiare il fenomeno dell’erosione costiera e che ha portato, oggi, alla sottoscrizione del protocollo d’intesa con le Regioni rivierasche italiane.