Banner
Sabato 27 dicembre 2014

ecoera

Banner
  • Home
  • ecoNews
  • News dalle Aziende
  • Associazioni e consorzi
  • Eventi
  • Approfondimenti
  • Rivista
  • Libri
  • Pubblicità
  • Contatti

ECONEWS

Cremona.Decommissioning dell’inceneritore. E’ partito il gruppo di lavoro in Regione

decomissioning_cremona

Il Comune di Cremona ha ribadito la propria posizione: adottare nuove buone pratiche in tema di raccolta dei rifiuti, spingere verso la riduzione al ricorso dell'incenerimento dei rifiuti.

San Lorenzo, l'urlo dei comitati: "No alla demolizione dell'antica Dogana"

san_lorenzo_centro

Il piano prevede un centro commerciale. Residenti e negozianti uniti nella protesta.

Eternit, la Cassazione ribalta la sentenza: “Reato prescritto, Schmidheiny assolto”

Eternit_ingiustizia

Il magnate svizzero in Appello era stato condannato a 18 anni per disastro doloso ambientale. I parenti delle vittime: «Vergogna». Sfumano anche i risarcimenti. «Vergogna, vergogna!», «Siete servi dei padroni», è ancora tanta rabbia che si scioglie in lacrime di indignazione. Inevitabile la reazione dei parenti delle vittime dell'Eternit all'assoluzione definitiva per prescrizione del reato del miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, unico imputato per disastro ambientale dopo la morte del barone belga Louis De Cartier


Caso Eternit, Galletti: “Ora l’emergenza sono le bonifiche. Troveremo i soldi”

casale_monferrato_eternit

Il Ministro dell'Ambiente: "Ci sono 34 mila siti inquinati dall'Eternit"

Gianluca Galletti, cosa fa il governo per il caso Eternit?

«Il lavoro non comincia oggi: stiamo destinando una parte dei fondi di coesione territoriale per finanziare un piano settennale di bonifica dei siti. Sono 34 mila quelli inquinati dall'Eternit: è un'emergenza nazionale. Il caso più emblematico è Casale Monferrato. Ho incontrato il sindaco a Casale e abbiamo destinato subito 3 milioni per gli interventi più urgenti e altri 15 esclusi dal patto di stabilità. In settimana daremo a Casale un altro milione».


Ambiente, l'altro dramma di Terni

TyssenKrupp

Oltre alla crisi del lavoro, c'è un'altra emergenza. Con dati molto preoccupanti sull'inquinamento che chiamano in causa la Thyssen. Tanto da spingere ecologisti e 5 stelle a chiederne il commissariamento. Il dramma della perdita del lavoro nel periodo più buio dell'economia italiana, le manganellate della polizia contro gli operai inermi. Terni vive il suo anno orribile. In queste settimane la città umbra vede drammaticamente calare le prospettive per il suo futuro. E più voci intrecciano la terribile emergenza occupazionale con un'altra situazione, non meno preoccupante: la situazione ambientale, legata agli impianti della Thyssen.



Troppe discariche di rifiuti in Italia, saranno piene entro 2 anni

discariche_piene_entro_due_anni

L'allarme è stato lanciato dal primo rapporto Was di Althesys. Rilanciando una gestione virtuosa e il riciclo si potrebbero invece ottenere benefici per 15 miliardi di euro. Con la nuova direttiva, l'Europa si prepara ad abbattere le quantità di rifiuti in discarica e ad aprire le porte a 870 mila nuovi assunti per rilanciare il settore. Ma l'Italia rischia di arrivare in ritardo all'appuntamento, appesantita da una lunga stagione di arretratezza gestionale che ha saturato gli spazi a disposizione: tra due anni le discariche esistenti saranno stracolme. Dove finiranno i 30 milioni di tonnellate di rifiuti urbani prodotti ogni anno?


Messina, abusi edilizi: la Giunta vara i criteri per le demolizioni

demolizioni__Sicilia

La Giunta municipale, riunitasi ieri a Palazzo Zanca e presieduta dal sindaco, Renato Accorinti, dopo avere esitato tre provvedimenti di natura legale, ha approvato l'atto di indirizzo relativo all'individuazione dei criteri di priorità delle demolizioni di abusi edilizi che prevedono l'individuazione delle opere realizzate senza titolo edilizio a far data dall'1 gennaio 2004 per le quali non vi sia pendente ricorso amministrativo.

Mine, siluri e proiettili, un anno di bonifiche in mare per il Comsubin

p35tiuqb

Golfo dei Poeti - i palombari del Reparto pronto impiego del Gruppo operativo subacquei hanno partecipato ad una esercitazione svoltasi nelle acque antistanti l'arcipelago di La Maddalena. L'attività, che ha coinvolto anche gli operatori appartenenti ai dipendenti Nuclei Sdai (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) della Sardegna, ha permesso di condurre un addestramento avanzato all'utilizzo di tutti i sistemi per immersioni ed attrezzature da lavoro attualmente in dotazione ai reparti subacquei.

Da 'Promessa di Sydney' obiettivi ambiziosi difesa ambiente

Farfalla_Sydney

Rinvigorire (gli sforzi di conservazione), ispirare (le popolazioni ad amare la natura attraverso le aree protette) e investire (in soluzioni pro-natura e pro-biodiversità). Sono queste le parole chiave de "La promessa di Sydney", documento sottoscritto in conclusione del World Park Congress dell'International Union for Conservation of Nature (IUCN).